Italia Giovanni Tronchida

ITALIA: L’ANALISI POLITICA DI GIOVANNI TRANCHIDA

Le recenti elezioni europee, sebbene da molte parti si sia detto il contrario, sono state soprattutto il primo banco di prova elettorale a livello nazionale per Matteo Renzi e, non potendo giudicare qualcosa prima che si sia compiuto, aspettavo questo momento per avere un riscontro alla mia ipotesi.  Non si può capire il presente senza tener conto…

Share Button
Economia semplice

QUANDO L’ECONOMIA E’ TANTO SEMPLICE

C’è stata un’epoca in cui in Italia i giovani della classe media e una parte dei giovani della classe operaia riuscivano a trovare lavoro, e coi redditi combinati a comprare casa, crescere in media due figli, risparmiare, e lasciargli un’eredità. E in aggregato riuscirono a formare uno dei Paesi col minor debito privato del mondo,…

Share Button
Kissinger (1)

Kissinger: abbiamo vinto, i vostri Stati sono in bolletta

«Vedo in questa crisi globale una grande opportunità», perché «la crisi finanziaria ha fatto il trucco, cioè ha limitato i mezzi che ogni Stato aveva per affermare i propri interessi». Così Henry Kissinger, potentissimo profeta del super-potere mondiale, all’occorrenza anche golpista – ieri coi carri armati, oggi col dominio finanziario di una ristretta élite. «Non c’è neppure più bisogno…

Share Button
PD fiuta sconfitta elettorale

Il Pd di Renzi fiuta una sconfitta elettorale

Tratto da www.contropiano.org Un brivido per la schiena. Renzi deve averlo sentito forte, in questi giorni, tra sondaggi “secretati” e impubblicabili che danno il Movimento 5 Stelle alla pari col Pd. Lo scontro con Grillo – un “derby” tra attori che sanno soltanto come si tiene in pugno il pubblico – si è fatto durissimo. Ma…

Share Button
fornero-camusso-bonanni-angeletti

L’Ultimo degli Ultrà (racconto breve)

I lunedì erano sempre penosi per Romolo. Che la “Magica” avesse vinto o perso, al rientro in fabbrica, doveva subire i commenti dei colleghi per i segni che immancabilmente portava sul volto: lividi, ferite e fasciature; Romolo era un Ultrà!

Share Button
M5S fa paura

Adesso il M5S gli fa paura…finalmente

Di Sergio Di Cori Modigliani Inizia così, l’ultima settimana di campagna elettorale. Questa mattina, ai microfoni di Radio Lombardia, il pregiudicato condannato in via definitiva Silvio Berlusconi ha dichiarato: “Grillo mi fa paura. Mi riempie di paura. E’ pericolosissimo per il paese e per l’Europa. Lo votano i disperati. Chi vota per il M5s è…

Share Button
Goldman

Goldman Sachs: prima che Draghi vi aiuti, dovrete peggiorare

Dobbiamo soffrire ancora, e parecchio. Così sta scritto. Nel libro del destino, o meglio in quello della Goldman Sachs, uno dei massimi super-poteri finanziari del pianeta. Sono loro, gli strateghi della mega-banca d’affari, a “spiegarci” che solo tra un po’, quando le condizioni europee saranno ulteriormente peggiorate, Mario Draghi potrà mettere mano al denaro della…

Share Button
Patto nazareno

IL LATO B DEL “PATTO DEL NAZARENO”

  Di Leonardo Mazzei Secondo alcuni l’asse Renzi-Berlusconi ha semplicemente un’origine massonica. Una tesi sulla quale scommetterebbero ad occhi chiusi diversi amici fiorentini. Avrebbe dunque ragione Piero Pelù, che ha definito il capo del governo come un «boy scout della P2». Un boy scout tutelato dal Sommo Sacerdote dell’«accordo del Nazareno», quel gran signore di…

Share Button
mafia spa

PIL CRIMINALE – Gli incredibili nuovi criteri UE per il calcolo del PIL

Di Giancarlo Dall’Aglio L’unione europea, pur di non ammettere il proprio fallimento, introdurrà nuovi criteri nel calcolo del PIL, includendo le attività illecite. Le misure di austerità continua imposte dagli euro-burocrati di Bruxelles agli Stati che compongono la cosiddetta unione europea hanno prodotto risultati che sono sotto gli occhi di tutti. D’altra parte, se consideriamo…

Share Button
La crisi infinita e la lezione americana

La crisi infinita europea e la lezione americana

Di Luigi Pandolfi Nel 2009 il tasso disoccupazione in Europa era al 9,8%, mentre in America si attestava al 9,5%. In entrambi i casi si parlava di record. In quell’anno l’Italia se la passava relativamente “meglio”, con una percentuale al di sotto della media europea, 7,4%. Nel frattempo la crisi ha fatto il suo corso,…

Share Button